Una gita tra le ville di Varese

Una gita tra le ville di Varese

Oggi vi proponiamo una gita tra le ville di Varese. ecco un estratto del libro “Vivi Varese – 40 imperdibili gite alla scoperta della provincia”. Lo potete acquistare richiedendolo sul sito www.vivivarese.com

Libro Vivi Varese

L’itinerario

“In questo itinerario andremo alla scoperta di alcuni tra gli angoli più suggestivi di Varese, dalla pianura alla montagna con un unico filo conduttore: il verde. Varese si è guadagnata l’appellativo di “città giardino” per la presenza di numerosi parchi e giardini pubblici e privati, sorti nel corso dei secoli a corollario delle ville di nobili e industriali.

Una di queste è Villa Mylius. Oltre otto ettari di verde a pochi passi dal centro, uno spazio dove poter godere della natura facendo una piacevole passeggiata tra gli alberi secolari. Nel giardino sono presenti anche un’area giochi per i più piccoli, un campo da tennis e una zona dedicata agli amici a quattro zampe.

Saliamo poi a Biumo Superiore, frazione che sovrasta il centro cittadino, dominata dal complesso delle Ville Ponti. Tre dimore storiche custodite all’interno di un parco secolare di 56.000 metri quadrati. Due chilometri di viali nel verde con un percorso botanico che permette di scoprire più di 40 varietà diverse. Un tempo dimore private, oggi le ville ospitano congressi ed eventi. Ci concediamo quindi una sosta culinaria.

Il pomeriggio sarà dedicato a Villa Panza. Costruita nel ‘700, nel 1935 venne acquistata da Ernesto Panza di Biumo. Fu il figlio Giuseppe a farla diventare un punto di riferimento per l’arte contemporanea: qui è tuttora conservata la sua estesa collezione di arte americana.
L’edificio, di proprietà del FAI, è contornato da uno stupendo parco, costituito da aree diverse ma in sintonia tra loro. Particolarmente affascinante la carpinata che divide il parterre centrale alla francese da quello pianeggiante. Nella villa vengono organizzate mostre, incontri e laboratori didattici per bambini. Il centro non è lontano e ci invita ad una passeggiata tra le vetrine dei negozi.”

Gallery

Share this: